Fabbro Serrature Torino: 366.8720858

VISITA LA NUOVA SEZIONE NEWS DI QUESTA PAGINA

Fabbro Serrature Torino: 366.8720858
Una serratura vecchia o difettosa può causare imprevisti anche molto problematici, ad esempio l'impossibilità di rientrare nella propria abitazione o l'esserne bloccati all'interno. Spesso può capitare di spezzare la chiave all'interno della serratura oppure di ritrovarsi con una serratura che non chiude bene la tua porta, porta blindata o portone.

Per fortuna puoi chiamare noi di fabbro-torino-24ore.com al 366.8720858, al tuo servizio a Torino e Provincia 24 ore su 24, 365 giorni all'anno!
I nostri fabbri specializzati ti offriranno la massima qualità del servizio e dei prodotti ai prezzi più vantaggiosi, provare per credere!

Effettuiamo lavori su:fabbro serrature Torino

- apertura serrature
- aperture giudiziarie
- cambiare serratura
- difendersi dalla chiave bulgara
- fuori casa a Torino
- apertura portiera auto
- serratura incastrata
- serratura bloccata
- sostituzione serrature bloccate
- vendita serrature
- sostituzione serratura
- sostituzione cilindro
- cambio serrature
- riparazione serrature
- riparazione serrature porte blindate
- chiuso fuori casa a Torino
- cambio serrature Torino
- apertura serrature bloccate
- portiera auto bloccata
- non si apre lo sportello della macchina
- apertura auto senza scasso
- sostituzione serrature
- cambiare serratura porta blindata
- serrature porte
- serrature porte blindate
- serrature di sicurezza
- serrature porte interne
- serrature per cancelli
- serratura elettronica
- serrature elettriche
- serratura a cilindro europeo
- serrature a combinazione
- serrature basculanti
- serrature Cisa, Mottura, Yale, Dierre, Iseo, Defender, AGB, Omec, Fiam, Welka, STV, Facchinetti, OMR, Bellitti, Securemme, Viro, MG, ICSA, CR, Meroni, SAb. Giussani, Bonaiti, Atra.

 

 

NEWS FABBRO SERRATURE TORINO:

 

28 gennaio 2016

Serrature porte blindate: pro e contro delle varie tipologie

Serrature porte blindate Torino: 366.8720858

A volte può sopraggiungere l'imprevisto, alquanto spiacevole, di non poter entrare nel proprio appartamento a causa del malfunzionamento di una serratura o di una porta blindata imperfetta. Si potrebbe rivelare una valida soluzione il passaggio dalle antiquate serrature a chiave doppia mappa alle recenti serrature a cilindro europeo, questo modello di serratura avanzato garantisce sicurezza mediante l'utilizzo di chiavi più piccole, insieme ad una tessera di proprietà che assicurano e consentono i duplicati controllati delle stesse chiavi (originali), da i più rilevanti centri specializzati in serrature della vostra città. È assodato purtroppo che ad oggi un ladro professionista può in modo indisturbato manovrare ed aprire una qualunque serratura con chiave a doppia mappa, il tutto avviene con estrema facilità e in tempi rapidissimi, mediante strumenti all'avanguardia. La chiave a doppia mappa si presenta ormai superata, il suo culmine è da collocarsi tra agli anni 70 – 80, infatti veniva costruita e montata su tutte le porte blindate e le casseforti, sin dalla produzione dei primi modelli. Con l'evolversi dei tempi gli specialisti del settore meccanico delle serrature hanno potuto esaminare a fondo ed in modo minuzioso la meccanica e le imprecisioni della tradizionale serratura. Inoltre ad aggravare il tutto c'era la preponderante produzione, sempre più avanzata, di congegni attualmente definiti “quick opener”, o meglio grimaldelli speciali facilmente reperibili, che consentivano a un qualunque malintenzionato di comperare e servirsi di tali strumenti per l'apertura tecnica di serrature a doppia mappa senza alcun segno di effrazione. Tutelarsi da simili espedienti ad opera di malviventi è possibile. Una possibilità risiede nel potenziare la sicurezza della porta e dei serramenti già presenti, impiantando toppe massicce resistenti agli scassinamenti, alle manomissioni e meccanicamente più sicure rispetto a quelle di vecchia generazione. Le innovative e progredite serrature, riprodotte da gran parte dei marchi vigenti sul mercato, racchiudono nel loro successo due fondamentali caratteristiche:

1. La versatilità del cilindro “blocchetto” Yale (nome coniato dal suo inventore Sr. Linus Yale) oggi evoluto nella sagoma a fungo del cilindro a profilo europeo;
2. L'impareggiabile qualità e resistenza dei metalli adoperati per la fabbricazione degli stessi e delle serrature approntate al loro utilizzo.

Un intervento considerevole viene realizzato sulla porta blindata in quanto viene estratta la toppa antiquata, con chiave a mappa, disponendo quella a profilo europeo, contraddistinta dalla stessa sagoma e foratura di quella precedente. Tale attuazione implica la trasformazione, tramite trapani e frese ,dello strato di lamiera interno ed esterno per inserire il passaggio del cilindro e della sua salvaguardia esterna in acciaio anti trapano. Possiamo rintracciare gli elementi principali che contraddistinguono l'elevato livello di sicurezza che riesce a garantire questo determinato intervento:

1. La serratura a cilindro europeo: tra le caratteristiche imprescindibili è fondamentale che sia di marchio di fabbrica e con funzionamento ad ingranaggi e rinforzo sul carrello di trascinamento dei chiavistelli. È concepibile un ulteriore soluzione adatta al doppio cilindro per poter aprire la porta in modo molteplice, in quanto il caso più ricorrente è rintracciabile nel prestito delle chiavi ai familiari;
2. Il cilindro a profilo europeo: deve possedere tra le varie peculiarità l'anti spezzamento, l'anti manipolazione ed l'anti trapanatura previsti per legge CE ed UNI, certificazione che è riportata sulla confezione e sul corpo metallico del cilindro con un incisione (fra le più note SKG e BKP). Acuta si rivela la richiesta di modelli associati alla tessera di proprietà, senza la quale, il centro di ferramenta specializzato, per questioni legali e contrattuali con le aziende, non può acconsentire i duplicati delle chiavi;
3. La guarnizione di rivestimento esterno, chiamata Defender, ricopre una funzione non di secondaria importanza in quanto tutela il cilindro da assalti fatti da trapano, leve e pinze. Fra i Defender sono raccomandabili i modelli un po'più dispendiosi in acciaio temperato piuttosto che quelli più convenienti ma in lega di zinco.

Gli articoli di alta qualità disponibili negli appositi centri specializzati e un'eccelsa procedura di montaggio ad opera di un'impiantista competente, trasformano l'operazione di conversione delle serrature in una pratica di nicchia per i fabbri addetti al settore. D'altra parte come spesso accade in ambito artigianale, la selezione di eccellenti materie prime unita ad ottime capacità nel proprio mestiere, offre al cliente un risultato finale sorprendente; l'intervento dell'esperto garantisce un'esecuzione del lavoro perfetta combinata al risparmio e alla sicurezza, a dispetto di una porta blindata prodotta in serie, di certo più dispendiosa infatti il cliente può risparmiare dal 60 al 70 % sul prezzo effettivo di una nuova porta blindata di media sicurezza.

 

7 gennaio 2016

Serrature di sicurezza per le porte blindate

Serrature porte blindate Torino: 366.8720858 A volte succede di non poter avere accesso alla propria abitazione a causa del malfunzionamento di una serratura o di una porta blindata. Una soluzione potrebbe risiedere nella sostituzione dalle vecchie serrature a chiave doppia mappa con le innovative serrature a cilindro europeo, questo modello di serratura avanzato garantisce sicurezza tramite l'uso di chiavi più piccole, insieme ad una tessera di proprietà che assicurano e consentono i duplicati controllati delle stesse chiavi (originali), da i più rilevanti centri specializzati in serrature della vostra città. È assodato purtroppo che ad oggi un ladro professionista può in modo indisturbato manovrare ed aprire una qualunque serratura con chiave a doppia mappa, il tutto si svolge con estrema facilità e in tempi rapidissimi, mediante strumenti all'avanguardia. La chiave a doppia mappa si presenta ormai obsoleta, il suo culmine è stato durante gli anni '80, infatti veniva costruita e installata su tutte le porte blindate e le casseforti, sin dalla produzione dei primi modelli. Con l'evolversi dei tempi gli specialisti del settore meccanico delle serrature hanno potuto analizzare a fondo ed in modo dettagliato la meccanica e le imprecisioni della tradizionale serratura. Inoltre ad sovraccaricare il tutto c'era la imperante produzione, sempre più avanzata, di congegni attualmente definiti “quick opener”, o meglio grimaldelli speciali facilmente reperibili, che consentivano a un qualunque malintenzionato di comperare e servirsi di tali strumenti per l'apertura tecnica di serrature a doppia mappa senza alcun segno di effrazione. Tutelarsi da simili espedienti ad opera di malviventi è possibile. Una possibilità risiede nel potenziare la sicurezza della porta e dei serramenti già presenti, impiantando toppe massicce resistenti agli scassinamenti, alle manomissioni e meccanicamente più sicure rispetto a quelle della precendente generazione.

 

26 novembre 2015

Cos'è la chiave bulgara e come difendersi dai ladri d'appartamento

Chiave bulgara Torino: 366.8720858Che cos'è la chiave bulgara? In molti si domandano cosa sia questo strumento perché ne hanno sentito parlare, magari nelle cronache locali per quanto riguarda gli episodi di furti nelle abitazioni. La chiave bulgara in pratica è uno strumento utilizzato dai malintenzionati che permette di riprodurre la chiave di una serratura a doppia mappa pur non avendo l'originale. La chiave bulgara consiste in un attrezzo conosciuto anche come chiavistello bulgaro, è un sistema di furto che consente a malviventi di derubare negli appartamenti, nonostante la presenza di porte blindate con serratura a doppia mappa. Inoltre è paradossale che oltre ad essere derubati gli utenti non possano fare appello alle polizze assicurative in quanto non essendoci presenza di effrazione non coprono il danno subito. La chiave bulgara è costituita da una serie di lamelle sovrapposte (o gorgers), con al centro un intaglio (gola). All'interno delle gole sovrapposte scorre un perno, detto mentonnet, solidale con lo scrocco della serratura. Le gole presentano all'interno dei profili dentati i quali, dopo che la chiave viene estratta, ostacolano lo scorrimento del perno e quindi dello scrocco. Invece introducendo la chiave queste fa sì che le lamelle si accavallino in modo da lasciare uno spazio che consenta lo passaggio del perno solidale con lo scrocco. La stessa chiave favorisce lo scorrimento del carrello dello scrocco e quindi l'apertura e chiusura della serratura. I topi di appartamento si intrufolano nelle vostre case perché copiano il calco della chiave. Il chiavistello adoperato è composto da una chiave soprannominata morbida e un secondo attrezzo, detto tensore. In primis si infila la chiave morbida, così da captare i codici della serratura; poi si fa coincidere il tensore, girandolo a destra e sinistra in modo da marcare la forma della serratura.

Tranquillizziamo i nostri lettori precisando immediatamente che la chiave bulgara è un sistema che presenta delle falle dunque non tutti i tipi di serrature possono essere clonati. Per contrastare e tutelarsi dall'effrazioni, praticate con la chiave bulgara, è consigliabile installare serrature innovative, che prevedono chiavi piatte e codificate. Questa chiave può essere replicata solo se si possiede l'originale. Poi sul mercato sono presenti serrature ancora a doppia mappa ma di fattura più moderna, che non sono vulnerabili a questo sistema. Inoltre per sapere se si è a rischio va controllata innanzitutto se la serratura è stata installata prima del 2011, infatti le serrature di quell'epoca sono più vulnerabili. Vediamo che le serrature a pistoncino o quelle con il cilindro europeo, sono inoffensive innanzi la chiave bulgara, però sono sensibili ad altri sistemi di intrusione. Inoltre i casi di effrazione aumentati a causa dell'impiego della chiave bulgara ha determinato la reazione degli stessi professionisti della sicurezza si organizzassero per porvi rimedio, per cui sono nati specifici sistemi di difesa, come quello che prevede l'inserimento mediante un telecomando di un pistone, che copre la serratura e rende impossibile duplicarla.

 

26 febbraio 2015

Sbloccare una serratura

Sbloccare una serratura a Torino: 366.8720858Trovarsi con una serratura bloccata succede molto di frequente. Per sbloccare la serratura di una porta esistono molteplici sistemi. Se si dovesse trattare di un caso semplice, è possibile ovviare al problema senza troppe complicazioni. Il blocco può essere causato dalla presenza di polvere o ruggine all'interno della serratura. Talvolta invece il difetto può essere di origine meccanica ed essere originato da un conflitto degli ingranaggi, creatosi nel tempo con l'utilizzo quotidiano delle chiavi. In tal caso è preferibile affidarsi ad un tecnico esperto affinché esegua ad hoc l’intervento di sblocco della serratura interessata. Le cause principali del blocco della serratura sono la presenza di sporcizia e ruggine oppure una scarsa lubrificazione. In tal caso, la soluzione è quella di utilizzare un prodotto specifico lubrificante intervenendo con delicatezza all'interno della serratura. Il lubrificante va adoperato inserendo l'apposito beccuccio nella toppa, spruzzando copiosamente. Dunque, si dovrà inserire la chiave e girarla sia in senso orario che antiorario più volte, fino a quando la serratura non si sarà sbloccata. Si raccomanda sempre in tali situazioni di non forzare troppo durante questa operazione e muovere la chiave in modo molto delicato. Usare troppa forza potrebbe infatti peggiorare la situazione e creare ulteriori problemi negli ingranaggi. Il lubrificante poi andrebbe applicato con una certa cadenza periodica per prevenire e non solo per risolvere il blocco della serratura. Se accade invece che la serratura si blocchi per motivi meccanici, sarà necessario stimare la gravità del problema ed intervenire tempestivamente. Se infatti siamo innanzi una vera e propria rottura della serratura, sarà inevitabile far eseguire da un tecnico abilitato la surrogazione di quest’ultima. Se invece si tratta solo di un blocco e la chiave rimane nella toppa, è possibile che gli ingranaggi col tempo si siano alterati e la serratura si trovi nella posizione del salto di mappa. In tale eventualità non vi resta che affidarvi ad un fabbro specializzato che effettui in maniera eccelsa l’intervento. Un discorso differente è dare in merito al blocco delle serrature delle porte in ferro. Questo materiale infatti risente della temperatura ambientali riportando delle variazioni, infatti tende a dilatarsi con il caldo e a contrarsi a causa invece del freddo. Di conseguenza, con le basse temperature, la serratura può restringersi e quindi bloccarsi. Anche nell’ultimo caso menzionato è preferibile, per non arrecare inutilmente eventuali danni, ricorrere all’intervento di un fabbro.

 

29 gennaio 2015

Serrature per porte blindate

Serrature per porte blindate Torino: 366.8720858Di recente le porte blindate dei nostri appartamenti, sono state oggetto di molteplici variazioni, soprattutto per quanto concerne le serrature. Salvaguardare la sicurezza della propria abitazione dalle effrazioni dei topi di appartamenti è importante per tutelare i propri beni e gli abitanti. La serratura di una porta blindata può essere di tipo meccanico o di tipo elettronico. Quella di tipo meccanico ha una struttura interna in acciaio e può essere a doppia mappa o a cilindro ed a profilo europeo, o entrambi. Il termine doppia mappa indica una serratura a leve azionata da chiavi a gambo lungo con all'estremità due rettangolini speculari muniti di piccoli denti. Essa impiegata come meccanismo della combinazione, una serie di piastre in metallo incise per accoppiarsi alla chiave, la quale per sollevamento, trascina le mandate (giri di chiave) in apertura o chiusura della stessa serratura. La chiave lascia passare per innalzamento, mediante un percorso compreso tra queste piastre, il perno che consente l'avanzamento o l'arretramento dei chiavistelli della serratura. Mentre il cilindro è una serratura che si adegua a tutti i tipi di porte. Le serrature a doppia mappa di nuova produzione presentano uno spazio destinato al cilindro che innesta direttamente il catenaccio. Così i due sistemi entrano in funzione simultaneamente e aumenta esponenzialmente il grado di sicurezza della serratura. Prestiamo particolare attenzione alla funzione del cilindro europeo, che se impiegato, garantisce sicurezza in quanto è capace di ostacolare le manovre di scassinamento con grimaldelli, allo strappo e alla foratura con il trapano. Si consiglia inoltre di prediligere l'installazione del cilindro europeo perché in caso di smarrimento delle chiavi, non si è costretti a surrogare l'intera serratura ma sostituire solamente cilindro. Se siete in procinto di acquistare una porta blindata è preferibile, per non incorrere in errori, optare per una porta blindata con il tipo di serratura combinata, sarà garanzia di sicurezza. Le migliori serrature combinate associano sempre, anche un defender, che è una sorta di borchia a forma di semi guscio che ha un corpo formato da acciaio manganese e acciaio carbonitrurato ed è pensato per difendere il cilindro da qualunque tipo di attacco esterno. Il defender offre la massima sicurezza se viene fissato, attraverso delle viti passanti, alle lamiere interne o ai pannelli interni della porta, costruendo così un corpo unico tra serratura, cilindro e strutture fisse della porta. Per l'installazione di una serratura sicura per la vostra porta blindata potete contattare la nostra azienda.

 

13 novembre 2014

Cerniere per serrature elettriche

Cerniere elettriche Torino: 366.8720858 Per quanto concerne i sistemi e le tecnologie del controllo degli ingressi, specie quando si deve gestire da remoto l'apertura di porte, di cancelli esterni, carrabili e pedonali, le serrature elettriche si presentano, in tutte le loro peculiarità, anche nei dispositivi standard che si utilizzano per produrre determinati tipi di impianti. Tali sistemi hanno notevolmente migliorato la vita quotidiana in ambito domestico in quanto consente di aprire e chiudere i vari sistemi di accesso senza la presenza fisica dell'utente.

Un neo però è dato dalle problematiche relative alle serrature elettriche: in passato tali avarie erano sicure se avveniva l'interruzione dell'alimentazione elettrica dalla rete, basti pensare al blackout, invece con le più sicure serrature elettriche moderne, potrebbero emergere problemi con quelle che hanno una sola bobina di comando dell'espulsore, motivo per il quale risultano più idonee quelle a doppia bobina, senz'altro più sicure. Indubbiamente tali impianti tecnologici determinano comfort nel loro utilizzo ma necessitano talvolta di interventi per quanto riguarda gli elementi che li compongono, ad esempio nelle serrature elettriche e nel sistema-porta rintracciamo le cerniere.

Serrature elettriche e cerniere

La domotica prescrive il controllo e l'attivazione dei vari dispositivi che presentano un sistema tecnologico delle aperture (e chiusure). Sempre più emerge l'esigenza di assicurare una rapida e sicura apertura di una porta, o di consentirne l'ispezione tramite applicazioni telematiche connesse ad impianti di domotica. Dunque oltre a serrature elettriche eccellenti anche le cerniere, che sono parti integranti di tali sistemi, devono essere eccelse. Il sistema di cerniere a scomparsa prevede determinati elementi che possiedono uno speciale cavo elettrico a 16 fili, invisibile ed ultrapiatto, che permette il passaggio della corrente elettrica tra l'anta e il telaio. Inoltre le cerniere a scomparsa coniugano la qualità estetica, importante nelle moderne realizzazioni in cui il design consiste nel fulcro del progetto, unita però alla sicurezza ed alla qualità della tecnologia, mediante il cavo elettrico ultrapiatto che permette sia una sicura alimentazione elettrica sia una sicura fornitura di dati all'anta ed ai vari sistemi ad essa collegati.

La qualità della soluzione tecnologica di tali cerniere consente di assicurare tanto la fornitura di alimentazione elettrica ai vari dispositivi dell'impianto di apertura quanto di assicurare il perfetto funzionamento meccanico delle cerniere stesse, cioè l'apertura fino a 180°, senza il rischio di danneggiare il cavo stesso. Montabili su telai di porte d'ingresso di edifici pubblici e di edifici rivolti alla residenza, le cerniere possono essere realizzate in legno o in acciaio o in alluminio, esse risultano essere molto pratiche durante l'operazione del montaggio tramite i loro connettori a scatto.

Per far sì che le porte del vostro appartamento risultino sicure e funzionali, lì dove ci sia un sistema di apertura da remoto con serratura elettrica semplice, senza ulteriori cablaggi e collegamenti di alimentazione necessari, è bene optare per cerniere, anche non cablate e/o elettrificate, che eroghino prestazioni eccelse, specie per quanto concerne la sicurezza.

 

 

30 ottobre 2014

Come difendersi dalla chiave bulgara

Difendersi dalla chiave bulgara a Torino: 366.8720858La ormai conosciuta chiave bulgara consente di riprodurre la chiave di una serratura a doppia mappa pur non possedendo l'originale. La chiave bulgara consiste in un attrezzo conosciuto anche come chiavistello bulgaro, è un sistema di furto che consente a malviventi di derubare negli appartamenti, nonostante la presenza di porte blindate con serratura a doppia mappa. Inoltre è paradossale che oltre ad essere derubati gli utenti non possano fare appello alle polizze assicurative in quanto non essendoci presenza di effrazione non coprono il danno subito.

La chiave bulgara è costituita da una serie di lamelle sovrapposte (o gorgers), con al centro un intaglio (gola). All'interno delle gole sovrapposte scorre un perno, detto mentonnet, solidale con lo scrocco della serratura. Le gole presentano all'interno dei profili dentati i quali, dopo che la chiave viene estratta, ostacolano lo scorrimento del perno e quindi dello scrocco. Invece introducendo la chiave queste fa sì che le lamelle si accavallino in modo da lasciare uno spazio che consenta lo passaggio del perno solidale con lo scrocco. La medesima chiave agevola lo scorrimento del carrello dello scrocco e quindi l'apertura e chiusura della serratura. I malviventi riescono ad introdursi nelle vostre abitazioni perché rubano il calco della chiave effettuando una visita all'appartamento. Poi vediamo che il chiavistello impiegato è formato da una chiave cosiddetta morbida e un secondo attrezzo, detto tensore. In primis si infila la chiave morbida, così da captare i codici della serratura; poi si fa coincidere il tensore, ruotandolo a destra e sinistra in modo da marcare la forma della serratura. Dunque a questo punto il malvivente si farà riprodurre la chiave sul calco rubato.

è necessario essere preparati ed eventuali furti e tutelarsi. Tranquillizziamo i nostri utenti precisando immediatamente che la chiave bulgara è un sistema che presenta delle falle dunque non tutti i tipi di serrature possono essere clonati. Per contrastare e tutelarsi dall'effrazioni, praticate con la chiave bulgara, conviene dotarsi di serrature di ultima generazione, che prevedono chiavi piatte e codificate. Questo tipo di chiave può essere replicata solo se si ha a disposizione l'originale. Poi sul mercato sono presenti serrature ancora a doppia mappa ma di concezione più moderna, che non sono sensibili a questo sistema. Inoltre per sapere se si è a rischio va controllata innanzitutto se la serratura è stata installata prima del 2011, infatti le serrature di quell'epoca sono più vulnerabili.

Vediamo che le serrature a pistoncino o quelle con il cilindro europeo, sono inoffensive dinanzi alla chiave bulgara, però sono sensibili ad altri sistemi di intrusione. Inoltre i casi di effrazione, aumentati a causa dell'impiego della chiave bulgara, hanno determinato la reazione degli stessi professionisti della sicurezza che si sono organizzati per porvi rimedio, per cui sono nati specifici sistemi di difesa, come quello che prevede l'inserimento mediante un telecomando di un pistone, che copre la serratura e rende impossibile copiarla. Per installare tali sistemi di sicurezza potete contattare la nostra azienda, tecnici esperti saranno a vostra disposizione.

 

 

10 aprile 2014

Serrature porte blindate, pro e contro delle varie tipologie

Defender Torino: 366.8720858A volte può sopraggiungere l'imprevisto, alquanto spiacevole, di non poter entrare nel proprio appartamento a causa del malfunzionamento di una serratura o di una porta blindata imperfetta. Si potrebbe rivelare una valida soluzione il passaggio dalle antiquate serrature a chiave doppia mappa alle recenti serrature a cilindro europeo, questo modello di serratura avanzato garantisce sicurezza mediante l'utilizzo di chiavi più piccole, insieme ad una tessera di proprietà che assicurano e consentono i duplicati controllati delle stesse chiavi (originali), da i più rilevanti centri specializzati in serrature della vostra città.

è assodato purtroppo che ad oggi un ladro professionista può in modo indisturbato manovrare ed aprire una qualunque serratura con chiave a doppia mappa, il tutto avviene con estrema facilità e in tempi rapidissimi, mediante strumenti all'avanguardia. La chiave a doppia mappa si presenta ormai superata, il suo culmine è da collocarsi tra gli anni 70 e 80, infatti veniva costruita e montata su tutte le porte blindate e le casseforti, sin dalla produzione dei primi modelli. Con l'evolversi dei tempi gli specialisti del settore meccanico delle serrature hanno potuto esaminare a fondo ed in modo minuzioso la meccanica e le imprecisioni della tradizionale serratura. Inoltre ad aggravare il tutto c'era la preponderante produzione, sempre più avanzata, di congegni attualmente definiti "quick opener", o meglio grimaldelli speciali facilmente reperibili, che consentivano a un qualunque malintenzionato di comperare e servirsi di tali strumenti per l'apertura tecnica di serrature a doppia mappa senza alcun segno di effrazione.

Tutelarsi da simili espedienti ad opera di malviventi è possibile. Una possibilità risiede nel potenziare la sicurezza della porta e dei serramenti già presenti, impiantando toppe massicce resistenti agli scassinamenti, alle manomissioni e meccanicamente più sicure rispetto a quelle di vecchia generazione. Le innovative e progredite serrature, riprodotte da gran parte dei marchi vigenti sul mercato, racchiudono nel loro successo due fondamentali caratteristiche:

1. La versatilità del cilindro "blocchetto" Yale (nome coniato dal suo inventore Sr. Linus Yale) oggi evoluto nella sagoma a fungo del cilindro a profilo europeo.

2. L'impareggiabile qualità e resistenza dei metalli adoperati per la fabbricazione degli stessi e delle serrature approntate al loro utilizzo.

Un intervento considerevole viene dunque realizzato sulla porta blindata in quanto viene estratta la toppa antiquata, con chiave a mappa, disponendo quella a profilo europeo, contraddistinta dalla stessa sagoma e foratura di quella precedente. Tale attuazione implica la trasformazione, tramite trapani e frese ,dello strato di lamiera interno ed esterno per inserire il passaggio del cilindro e della sua salvaguardia esterna in acciaio anti trapano. Possiamo rintracciare gli elementi principali che contraddistinguono l'elevato livello di sicurezza che riesce a garantire questo determinato intervento:

1. La serratura a cilindro europeo: tra le caratteristiche imprescindibili è fondamentale che sia di marchio di fabbrica e con funzionamento ad ingranaggi e rinforzo sul carrello di trascinamento dei chiavistelli. è concepibile un ulteriore soluzione adatta al doppio cilindro per poter aprire la porta in modo molteplice, in quanto il caso più ricorrente è rintracciabile nel prestito delle chiavi ai familiari;

2. Il cilindro a profilo europeo: deve possedere tra le varie peculiarità l'anti spezzamento, l'anti manipolazione ed l'anti trapanatura previsti per legge CE ed UNI, certificazione che è riportata sulla confezione e sul corpo metallico del cilindro con un incisione (fra le più note SKG e BKP). Acuta si rivela la richiesta di modelli associati alla tessera di proprietà, senza la quale, il centro di ferramenta specializzato, per questioni legali e contrattuali con le aziende, non può acconsentire i duplicati delle chiavi;

3. La guarnizione di rivestimento esterno, chiamata Defender, ricopre una funzione non di secondaria importanza in quanto tutela il cilindro da assalti fatti da trapano, leve e pinze. Fra i Defender sono raccomandabili i modelli un po' più dispendiosi in acciaio temperato piuttosto che quelli più convenienti ma in lega di zinco.

Gli articoli di alta qualità e un'eccelsa procedura di montaggio ad opera di un'impiantista competente, trasformano l'operazione di conversione delle serrature in una pratica di nicchia per i fabbri addetti al settore. D'altra parte come spesso accade in ambito artigianale, la selezione di eccellenti materie prime unita ad ottime capacità nel proprio mestiere, offre al cliente un risultato finale sorprendente; l'intervento dell'esperto garantisce un'esecuzione del lavoro perfetta combinata al risparmio e alla sicurezza, a dispetto di una porta blindata prodotta in serie, di certo più dispendiosa, infatti il cliente può risparmiare dal 60 al 70 % sul prezzo effettivo di una nuova porta blindata di media sicurezza.

Contattaci con fiducia se hai bisogno di cambiare la tua serratura o la tua porta blindata!